----------------------------------------------
------------------------------------------------------------
---------------------------------------------------------------------
-------------------------------------------------------------------------------

4.6.10

Cena per due: l'antipasto

.


Buongiorno! Oggi splende il sole e quindi, non volendo, ho scelto proprio la giornata giusta per postare un piatto così fresco e colorato! Non so voi, ma per me l'idea dell'estate (culinariamente parlando) è strettamente associata a quella dei pomodori. Per questo non appena i raggi del sole iniziano a bruciare sulla pelle, è quasi un rito preparare qualcosa con i primi pomodori, ancora poco dolci e succosi, ma pieni del calore della terra. Il piatto è molto semplice. Ciò che mi incuriosiva era provare l'accostamento pomodori-vaniglia che avevo addocchiato già in molti dei vostri blog. Nell'insieme il gusto mi è piaciuto. E' un piatto evidentemente a tendenza dolce e credo che l'abbinamento serva proprio ad esaltare la dolcezza stessa dei pomodori. Perciò suggerisco di usare quelli piccoli e zuccherini, proprio per rafforzare l'aroma della vaniglia. La feta, in esigue quantità, non ha staccato troppo dal resto, ma ha dato quella giusta sapidità alla tatin. La sfoglia l'ho fatta io. Non vi riporto il procedimento (che peraltro è quello classico: due giri a due e due giri a quattro), ma se anche voi siete soliti prepararla , segnatevi la ricetta, perchè si tratta della migliore in assoluto che conosca!
E ora una domandina: come vi ho detto l'abbinamento pomodori-vaniglia mi è piaciuto. Però è come se mancasse di qualcosa, di quel quid che lo renderebbe ancor più meritevole di assaggio. Voi cosa ci mettereste insieme?


TATIN AI POMODORINI, FETA E OLIO ALLA VANIGLIA

Per 2 tatin dal diametro di 12 cm :

100 g di pasta sfoglia

200 g di pomodorini

40 g di feta

1 tazzina d'olio extravergine d'oliva

1 baccello di vaniglia

sale marino integrale

basilico


Tagliate i pomodorini in due o in quattro (se sono più grandi), disponeteli su un vassoio con la parte tagliata verso l'alto, salateli e capovolgeteli. Lasciateli riposare una mezz'oretta in modo che perdano un po' della loro acqua. Intanto preparate gli stampi, coprendo il fondo con un foglio di carta forno tagliato a misura. Stendete la pasta sfoglia e ritagliate due dischi un centimetro più larghi degli stampi. Disponete negli stampi in modo ordinato i pomodori, con la cavità verso il basso. Copriteli con la sfoglia che presserete leggermente per fare aderire. Cuocete in forno caldo a 200°. Dopo venti minuti tirate via le tatin dal forno, capovolgetele velocemente, togliete la carta forno lasciando che si stacchi dai pomodori e rimettete in forno su una griglia per altri 10 minuti a 180°. Se la parte superiore della sfoglia non è troppo umida potete anche saltare questo passaggio. Fate raffreddare. Sbriciolate la feta e disponetela sulle tatin. Condite con l'olio* e il basilico.

* Per preparare l'olio anticipatevi di un paio di giorni. Riscaldate l'olio extravergine d'oliva portandolo a 80°. Spegnete e aggiungete i semi di un baccello di vaniglia. Conservate al fresco fino al consumo.


PASTA SFOGLIA (ricetta di Salvatore De Riso)

375 g di farina 00

50 g di strutto morbido

15 g di zucchero

25 g di latte

7 g di sale

150/175 g d'acqua

250 g di burro di ottima qualità (possibilmente di panna fresca e di centrifuga)

Fate una fontana con la farina, unite al centro lo strutto, lo zucchero, il latte, il sale e l’acqua e impastate fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Avvolgete in pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per mezz’ora. Questa è la pasta di base. I 250 g di burro costituiscono il panetto che deve essere inserito all'interno.

Nell'attesa che abbia il tempo per fotografare passo passo come faccio la sfoglia, vi rimando al post più che esplicativo di Paoletta.

Ci tengo a precisare che gli ingredienti classici della pasta sfoglia dovrebbero essere solo farina, burro, acqua e sale. All'inizio anch'io la facevo così. Ma da quando ho provato questa ricetta non ho potuto che convertirmi. La struttura della pasta e l'amalgama dei sapori rendono questa sfoglia straordinariamente leggera, croccante e scioglievole allo stesso tempo, per nulla unta e adattabilissima sia al dolce che al salato. Provate per credere!
.

20 commenti:

  1. buonissima questa tatin!!! devo provarla! un bacione.

    RispondiElimina
  2. Eccole le ricette, allora! Innanzitutto, grazie per avermi ricordato che i pomodori stanno bene con la vaniglia: non ho l'olio alla vaniglia, ma il sale e nei prossimi giorni farò anch'io una quiche con i pomodori e le melanzane, quindi l'idea di aromatizzarla con la vaniglia è ottima. Però non so quale potrebbe essere l'ingrediente mancante, appena provo te lo so dire!

    RispondiElimina
  3. Secondo me manca un pizzico di zucchero sui pomodori!

    RispondiElimina
  4. che bella ricetta, colorata e profumata, davvero deliziosa, grazie!!!

    RispondiElimina
  5. che meraviglia! splendido antipasto! come tutta la cena del resto :-)

    RispondiElimina
  6. squisitisssssima!!!!!!!! Salvatore de Riso è sempre una garanzia e la tua ricetta fa venire davvero l'acquolina in bocca!

    RispondiElimina
  7. pomodori e vaniglia non li ho mai provati (quindi non ho suggerimanti utili, purtroppo) ma mi stuzzicano molto, e questa tatin dev'essere deliziosa!

    RispondiElimina
  8. Ha un aspetto così invitante........me la mangerei tutta in un sol boccone, brava!

    RispondiElimina
  9. mamma mia che idea golosa ;-) ciao!

    RispondiElimina
  10. splendida. Si comincia bene la cena per due allora, eh?
    visto che ci sono i pomodori, ed è profumata alla vaniglia, che ne dici di un pizzico di zucchero? :)

    Anche senza, non mi pare venga meno al suo essere buona e così tanto bella.

    RispondiElimina
  11. Meravigliosa questa tatin...anche io adoro i pomodori, non vedo l'ora che arrivi appieno l'estate per farne scorpacciate!

    RispondiElimina
  12. Onde99: allora fammi sapere! Ottima anche l'idea di mettere le melenzane, che alla fine sono dolci anche loro, anche se leggermente "piccanti".

    Virginia, Manuela: mi sa che avete proprio ragione! Strano non averci pensato! Abitualmente uso sempre una puntina di zucchero con i pomodori.

    Micaela, Colombina, Eli: grazie ragazze!

    Monica: a dire il vero questa è l'unica ricetta di De Riso che ho provato e, come ho detto, ha davvero un sapore unico.

    RispondiElimina
  13. Bed and breakfast: prova e mi dirai se ti piace! Io l'ho gradito molto.

    Zia Elle: se fosse stata larga quanto la mia bocca, anch'io l'avrei addentata alla bruta!!!

    Fairyskull: nonostante la semplicità, tutto l'insieme è davvero molto goloso!

    Simo: a chi lo dici!

    RispondiElimina
  14. Tesoro mio, ma tu avevi intenzione di segnalarmi la tua cena?.. L'ho vista adesso per caso ( e pure senza il bannerino, ahi-ahi-ahi!)
    Le votazioni sono iniziate ieri, che vogliamo fare?...

    RispondiElimina
  15. Ho provato l'anno scorso a fare una tatin di pomodori che mi è piaciuta moltissimo: proverò questa versione ....

    RispondiElimina
  16. Bella questa tatin!!!!!!Adoro questo tipo di antipasti...deliziosi! E ammetto di non aver mai provato l'accostamento di pomodori e vaniglia ma sono mooolto tentata...grazie della dritta!e aspetto la cena completa!

    RispondiElimina
  17. Il rosmarino credo ci starebbe proprio bene.

    RispondiElimina
  18. Fiordivanilla: in effetti rosmarino chiama pomodoro! E anche con la vaniglia non stonerebbe. Ho preparato uno zucchero al rosmarino e l'ho trovato delizioso su delle semplici patate fritte, con un pò di fleur de sel.

    RispondiElimina
  19. appunto il rosmarino ce lo vedevo proprio bene ocn pomodoro e vaniglia.. eggià!

    RispondiElimina
  20. eh vdi? allora siamo proprio compatibili io e te :D

    RispondiElimina